Viaggio in Cambogia: Angkor e Mondulkiri

mondulkiri

Il viaggio parte con il ritrovo dei partecipanti a Siem Reap: le meraviglie di Angkor inaugureranno la bellissima avventura in terra cambogiana.

Dopo i primi giorni di ambientamento si partirà alla volta delle provincie orientali, verso paesaggi prevalentemente rurali, dove sarà possibile calarsi nella realtà dei villaggi locali soggiornando in homestay, incontrando le famiglie e prendendo parte alle loro attività quotidiane.

Da qui sempre più a est, nella selvaggia provincia di Mondulkiri per un’esperienza davvero avventurosa! Il viaggio prosegue in direzione di Sihanoukville per una tappa di relax prima di raggiungere Phnom Penh, la vivace capitale una volta conosciuta come la perla dell’Asia.

Programma Dettagliato

Giorno 1

Arrivo a Siem Reap, trasferimento in hotel e primo assaggio della vivace cittadina. Durante la cena di benvenuto avverrà l’incontro con la guida locale, questa sarà anche l’occasione per un briefing introduttivo al Paese e al programma dettagliato dei giorni successivi. [Pasti inclusi: cena]

Giorno 2

La giornata è interamente dedicata alla visita dei principali templi del Gran Circuito di Angkor, cuore e anima della Cambogia il cui profilo campeggia sulla bandiera nazionale. La fatica del risveglio all’alba sarà ricompensata dalla magnificenza dell’Angkor Wat e dalla suggestione del Ta Phrom, intrappolato tra le radici di sequoie secolari, e del Bayon con i suoi volti di pietra. [Pasti inclusi: colazione/pranzo]

Giorno 3

Il secondo giorno a Siem Reap è dedicato alla visita del museo delle mine e al centro di riabilitazione per giovani affetti dalle esplosioni. Il problema delle mine è tutt’oggi irrisolto: la Cambogia, insieme al Laos, è uno dei Paesi al mondo con il più alto tasso di mine ancora nascoste nel terreno. La toccante storia di Aki Ra, ideatore dell’iniziativa, l’esposizione del museo e l’incontro con i ragazzi ospitati nel centro permettono di cogliere uno degli aspetti più profondi del legame tra passato e presente in Cambogia. La serata è dedicata ad un’altra iniziativa di interesse sociale e culturale che vede come protagonisti i giovani cambogiani. Ancora una volta passato e presentano si intrecciano per dare vita a nuove espressioni artistiche e a un senso di speranza per il futuro. [Pasti inclusi: colazione/pranzo/cena]

Giorno 4

Partenza per Kompung Thom di prima mattina. Visita al complesso di templi del Sambor Preikuk, costruiti prima del IX secolo nel regno del Chenla. Pranzo in ristorante locale e proseguimento per Kratie piacevole città affacciata sul Mekong. All’arrivo incontro con CRDT, un’associazione culturale, da anni impegnata nella promozione del turismo responsabile e sostenibile. [Pasti inclusi: colazione/pranzo/cena]

Giorno 5

Visita di un villaggio nelle campagne intorno a Kratie e al vicino Sarsar Muoy Roy, il tempio delle 100 colonne. Tappa presso il MTCC, Mekong Turtle Conservation Centre, di Sambor prima di raggiungere la comunità presso la quale è previsto il soggiorno di due notti. All’arrivo incontro con il capo villaggio e presentazione del gruppo. [Pasti inclusi: colazione/pranzo/cena]

Giorno 6

La giornata è dedicata alle attività quotidiane insieme alle famiglie ospitanti: cura della casa, cucina, artigianato, ma anche l’incontro con gli anziani del villaggio e con alcune donne coinvolte in un progetto di sensibilizzazione al microcredito. Queste saranno certamente occasioni preziose per raccogliere le testimonianze di chi ha vissuto in prima persona il trauma del periodo khmer rossi, nonché le prospettive di chi oggi si confronta con ritmi di cambiamento, del mondo intorno e delle proprie abitudini, molto più veloce di quanto non fosse mai accaduto prima. [Pasti inclusi: colazione/pranzo/cena]

Giorno 7

Il viaggio prosegue verso est, in direzione della provincia di Mondulkiri, angolo cambogiano di incredibile bellezza paesaggistica. L’area è anche nota per la produzione locale di caffè, una sosta durante il tragitto permetterà di apprezzarne l’inconfondibile gusto. [Pasti inclusi: colazione/pranzo]

Giorno 8

Giornata a sorpresa all’insegna dell’avventura! [Pasti inclusi: colazione/pranzo]

Giorno 9

La tappa successiva è Kompung Cham, pittoresca cittadina affacciata sul Mekong. Nel pomeriggio sarà possibile visitare le pagode della città e raggiungere l’isola di Ko Paen attraversando il fiume sul particolarissimo ponte di bambù che viene ricostruito e smontato manualmente ogni anno in base al livello delle acque. [Pasti inclusi: colazione/pranzo]

Giorno 10

Il viaggio prosegue verso sud, in direzione della costa. Lungo il tragitto breve sosta nel villaggio di Skun, famoso per i gustosi spiedini a base di insetti fritti! L’arrivo sulle bianche spiagge di Sihanoukville è previsto in serata. [Pasti inclusi: colazione/pranzo]

Giorno 11

Dopo centinaia di kilometri alle spalle, finalmente una giornata di relax a completa disposizione. [Pasti inclusi: colazione]

Giorno 12

Nel pomeriggio trasferimento verso Phnom Penh, la vivace capitale un tempo nota come la perla dell’Asia. [Pasti inclusi: colazione/pranzo]

Giorno 13

La giornata è dedicata alla scoperta della capitale. Tra i simboli della città il Wat Phnom, lo stupa che sorge alla sommità della piccola collina e considerato tra storia e leggenda il nucleo originario attorno al quale si è sviluppato il primo insediamento della zona. Il palazzo reale, costruito secondo i canoni dell’architettura cambogiana classica, rappresenta tuttora la dimora del re, sua altezza Norodom Sihanoi. Tra i diversi edifici del complesso spicca come emblema dello splendore khmer la pagoda d’argento, così chiamata per lo scintillante pavimento di oltre 5.000 piastrelle d’argento, ciascuna del peso di 1 kg. Nel pomeriggio uno sguardo alle pagine più recenti della storia cambogiana. La prima tappa è il Tuol Sleng, tristemente noto come S21, l’ex scuola superiore di Tuol Svay Prey che nel 1975 in concomitanza con la presa del potere da parte dei khmer rossi venne convertita in carcere e centro di tortura. Dopo estenuanti interrogatori i prigionieri venivano infine condotti poco fuori città ai campi di sterminio di Choeung Ek per essere eliminati. È attualmente sconosciuto il numero esatto delle persone che transitarono nell’S21, ma stime ufficiali parlano di circa 17.000 persone tra l’aprile del 1975 e il gennaio del 1979. Nel 1980 vennero scoperte nell’area di Choeung Ek 86 fosse comuni contenenti i resti di 8.985 corpi. Nella seconda metà del pomeriggio visita al mercato centrale e a seguire tappa presso uno dei migliori centri culturali di Phnom Penh, il Bophana Centre. [Pasti inclusi: colazione/pranzo]

Giorno 14

Uno dei modi per apprezzare al meglio la gustosa cucina cambogiana è conoscere i suoi ingredienti esplorando gli animati mercati cittadini! Un giro tra le bancarelle vi farà scoprire l’incredibile varietà di ingredienti, erbe e spezie che ritornano in tutti i piatti della tradizione gastronomica locale. Nel pomeriggio incontro con un’associazione locale e in serata visita del Mercato Russo, chiamato così per il numero di stranieri, perlopiù sovietici, che negli anni ’80 risiedevano nell’area ed erano soliti fare acquisti qui. [Pasti inclusi: colazione/pranzo]

Giorno 15

Mattinata libera per le ultime impressioni cambogiane. Trasferimento in aeroporto in tempo per il volo e rientro in Italia. [Pasti inclusi: colazione]

Modalità

Gli spostamenti avverranno a bordo di un mezzo privato. Alcune attività prevedono brevi tratte a bordo di imbarcazioni ed escursioni in bicicletta.
Il programma, o l’ordine di visita potrebbe subire localmente variazioni per esigenze di tempo, meteo, o necessità del momento.
I pernottamenti avverranno in guesthouse e hotel di media categoria, in stanza doppia con servizi e aria condizionata. Dove possibile si trascorrerà la notte nei centri delle NGO visitate durante il viaggio, o in homestay.
Per l’intera durata del viaggio il gruppo sarà accompagnato da guida madrelingua italiana residente in loco.
Durata del viaggio: 15 giorni, 14 notti.

Documenti

Per visitare la Cambogia è necessario un visto turistico ottenibile all’ingresso nel Paese, ai punti di frontiera per chi arriva via terra, o in aeroporto. Il passaporto deve avere una validità di almeno 6 mesi e due pagine libere. Saranno necessarie due fototessere identiche, mentre l’importo per il rilascio del visto (30 USD) dovrà essere versato in USD.
E’ inoltre necessario munirsi di adeguata assicurazione di viaggio, a copertura dell’intera durata del soggiorno.

Salute e Vaccinazioni

Nessuna vaccinazione è attualmente obbligatoria. Invitiamo tuttavia i partecipanti a consultare il proprio medico di base o l’ASL di riferimento e a fare con loro le valutazioni del caso. Durante il viaggio è consigliabile portare con sé farmaci contro disturbi intestinali, raffreddori, mal di testa, oltre a farmaci di primo soccorso e repellenti antizanzare.

Tipologia di Viaggio

Negli ultimi viaggi la Cambogia sta emergendo tra le destinazioni di viaggio asiatiche, tendenza che va di pari passo con un notevole miglioramento nelle strutture ricettive e nei servizi legati al settore turistico, specialmente nei luoghi di maggior affluenza, Siem Reap e Phnom Penh. La proposta di viaggio prevede un itinerario che attraversa regioni meno interessate dal turismo di massa, attento nell’offrire una panoramica ampia sull’intero Paese al fine di trarne una maggior comprensione. Gli incontri con associazioni locali, il pernottamento presso le comunità e la condivisione di alcuni momenti della vita locale, un’attenzione verso la dimensione storica ma anche quella culturale e ambientale sono tutti elementi che contribuiscono ad un’esperienza di viaggio trasversale che si rivolge a persone con un medio livello di adattamento. I pernottamenti avvengono spesso in sistemazioni essenziali, ma pulite e dignitose, con servizi talvolta in condivisione. I pasti avvengono in ristoranti locali, spesso a gestione familiare, dal menù quasi esclusivamente cambogiano.

Vai al documento di viaggio

Tariffe

La partenza nelle date indicate è garantita con un minimo di 2 partecipanti. La quota d’iscrizione varia in base al numero di viaggiatori come da tabella sottostante:
Numero di partecipanti 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19
Con accompagnatore italiano 2238 1810 1590 1448 1390 1390 1352 1352 1315 1295 1248 1248 1200 1200 1172 1172 1115 1115
La quota comprende: trasporti per l’intera durata del viaggio in Cambogia; pernottamenti; pasti come indicati da programma (escluse bevande); attività, visite ed escursioni come descritte nel programma; ingressi; guida in loco parlante italiano per tutta la durata del viaggio. La quota non comprende: volo a/r da e per l’Italia; assicurazione di viaggio; spese personali e mance, pasti non indicati nel programma e bevande a tutti i pasti.
Per le modalità di conferma prenotazione, pagamento e termini di cancellazione si fa riferimento al documento Come Viaggiamo.

Vai al documento di viaggio

Per maggiori info o per richieste personalizzate in termini di date, itinerari e attività scrivete a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Prossime Partenze

Possibilità di organizzare partenze tutto l'anno

INVIA UNA RICHIESTA DI INFORMAZIONI

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com

Privacy

Contesto

Il regno di Cambogia con i suoi 16 milioni di abitanti su una superficie pari a circa la metà di quella italiana rappresenta il cuore geografico della penisola indocinese. In questa vasta distesa alluvionale terra e acqua rappresentano i due elementi fondamentali che alternandosi danno luogo ad un mosaico paesaggistico dalle suggestive combinazioni cromatiche. La ricchezza idrica della regione è certamente stata uno dei motivi che nel corso dei secoli, in seguito alla caduta dell’impero khmer, ha attirato le attenzioni degli imperi limitrofi, direttamente o subendone l’influenza economico-politica, fino a diventare protettorato francese nel 1853.

Leggi tutto

A quasi un decennio di sfruttamento coloniale segue un breve periodo di controllo giapponese, nel corso della seconda guerra mondiale. L’indipendenza, conquistata nel 1953, non riesce a garantire una stabilità sul lungo termine: ben presto il coinvolgimento nella guerra del Vietnam e un generale clima di malcontento diffuso tra la popolazione daranno origine al movimento dei khmer rossi. Questi ultimi prendono il potere nel 1975, sotto la guida del leader Pol Pot, seguono anni di chiusura totale del Paese durante i quali le premesse di una rivoluzione sociale equa e giusta lasciano ben presto spazio ai timori della comunità internazionale rispetto a quanto stia realmente accadendo in Cambogia. Solo nel 1979 con l’invasione vietnamita viene portato alla luce il vero e proprio dramma del genocidio consumatosi nel Paese. Il cammino verso la stabilità e la pace interna è lungo e non è facilitato dalla comunità internazionale che fino al 1992 riconosce come legittima, con seggio ONU, la Cambogia Democratica di Pol Pot. Serve almeno un ventennio per ristabilire un’idea di ordine e ricominciare a guardare avanti. La Cambogia di oggi rimane per certi versi un Paese ambiguo: da un lato l’esempio dei vicini Paesi emergenti, le rampanti economie asiatiche, dall’altro un vuoto generazionale da colmare, un ordine ancora non completamente ristabilito che rende difficile un equo sfruttamento delle risorse e una giusta distribuzione della ricchezza.

GALLERY CAMBOGIA 2014

Cambogia Vishnu