Laos On The Road

bambini in Laos

Il viaggio parte con il ritrovo dei partecipanti a Vientiane. I primi giorni di ambientamento saranno dedicati alla visita della capitale, piacevole città di impianto coloniale affacciata sulle sponde del Mekong. Da qui si partirà alla volta delle provincie settentrionali, verso paesaggi prevalentemente rurali, abitati dalle minoranze etniche che compongono l’incredibile mosaico sociale e culturale del Laos. Dalla mitica Piana delle Giare fino alla perla dell’Asia, Luang Prabang, e ancora più a nord, fino a Oudomxay e alle miniere di sale di Muang La. L’ultima tappa è Nong Khiaw, che raggiungeremo a bordo di un’imbarcazione scivolando lentamente lungo il corso del Nam Ou.

Programma Dettagliato

Giorno 1

Arrivo a Vientiane, trasferimento in hotel in autonomia e pomeriggio di ambientamento per un primo assaggio della vivace capitale laotiana. [Pasti inclusi: cena]

Giorno 2

Il secondo giorno è dedicato alla scoperta della città: tra i luoghi più significativi della città il Pha That Luang, monumento nazionale nonché simbolo religioso più sacro del Paese; il Patuxay e lo stupa nero. In mattinata visita al COPE, il centro di riabilitazione che dal 1997 assiste i mutilati e gli invalidi colpiti dall’esplosione di mine inesplose. Dopo la pausa pranzo si procederà con la visita al museo dell’esercito e di pubblica sicurezza e una tappa insolita al cimitero della rivoluzione.

Giorno 3

Dopo la visita ad alcuni dei templi principali ci si allontana dal centro della città per visitare il Xieng Khuan, uno dei luoghi più iconici di Vientiane, tanto più che il suo nome vuol dire spirito della città. Altrimenti noto come Buddha Park, il complesso venne concepito nel 1958 da Luang Pu Bunleua, uno sciamano dallo spiccato estro creativo che, mosso dalla ricerca di un punto di sintesi tra le grandi religioni asiatiche, progettò il parco e realizzò tutte le sculture con l’aiuto di squadre di volontari. Al rientro in città una passeggiata tra il Talad Sao e il lungofiume farà apprezzare la quotidianità della piacevole capitale laotiana.

Giorno 4

Trasferimento in direzione di Vang Vieng. Durante il tragitto soste presso alcuni punti di interesse naturalistico della regione, caratterizzata da formazioni calcaree, grotte e labirintici tunnel sotterranei storicamente utilizzati come nascondigli dagli abitanti della zona. Tra questi la grotta di Phu Kham e l’adiacente Laguna Blu dove sarà possibile rinfrescarsi con un tuffo. Arrivo a Vang Vieng nel tardo pomeriggio e serata a disposizione nell’animata cittadina fluviale.

Giorno 5

Il trasferimento verso la provincia di Xieng Khuang introdurrà gradualmente al ricchissimo patrimonio naturale e paesaggistico del Laos settentrionale. Il percorso si snoda attraverso una regione abitata da numerose etnie e gruppi minoritari. Durante il tragitto sosta presso un villaggio H’mong e tappa al mercato di Koe Kuang, famoso tra i locali per la varietà di rettili in vendita, tra cui anche alcune specie proibite.

Giorno 6

Intorno a Phonsavan aleggia un che di mitico, sono diverse infatti le ipotesi storiche, e le leggende, che cercano di svelare il mistero della Piana delle Giare. Nel corso della giornata visita ai principali siti archeologici. In mattinata incontro con MAG, un’associazione internazionale che da anni opera in Laos per la bonifica dei terreni minati. Nel pomeriggio appuntamento con Lone Buffalo, un’organizzazione no profit che dal 2010 propone programmi ricreativo-educativi per i bambini e i giovani della provincia. [Pasti inclusi: cena]

Giorno 7

Giornata di trasferimento in direzione Luang Prabang, ex capitale del regno di Lane Xang e patrimonio dell’umanità UNESCO dal 1995. Sarà solo dopo aver attraversato paesaggi mozzafiato, lungo un tragitto che si muove in altezza, tortuoso e corrugato, circondato da maree di verde che Luang Prabang vi accoglierà: una piccola e vivace perla incastonata nel nord del Laos.

Giorno 8

La prima giornata a Luang Prabang è dedicata alla scoperta dei tesori dell’ex capitale: il Museo del Palazzo Reale, il Wat Xiengthong, il Wat Mai e il Wat Visoun, il tempio più antico di Luang Prabang tra quelli ancora in uso. L’ultima tappa prima della pausa pranzo sarà il museo etnografico. Nel pomeriggio tappa nei vicini villaggi di Ban Xangkhong e Ban Xienglek, specializzati nella lavorazione delle fibre tessili e nella lavorazione di carta artigianale.

Giorno 9

La giornata inizia all’alba per assistere alla tradizionale cerimonia del Tak Bat, la questua dei monaci, e fare una piacevole passeggiata tra le bancarelle del mercato locale. A seguire visita al laboratorio OckPopTok, un’impresa sociale che impiega esclusivamente personale locale, attiva da diversi anni nella lavorazione della seta e di altre fibre naturali secondo le tecniche tradizionali. Il pomeriggio è dedicato al relax con l’escursione alle cascate di Kuang Si, tra le più belle di tutto il Paese.

Giorno 10

Giornata a sorpresa all’insegna dell’avventura! In serata visita al mercato notturno di Luang Prabang.

Giorno 11

Il tragitto di oggi sale verso l’aspra provincia di Oudomxay e ci fa incontrare l’incredibile diversità etnica, di tradizioni ed espressioni culturali del Paese.

Giorno 12

La giornata sarà caratterizzata da alcuni spostamenti in direzione nord: la prima tappa è a Muang La, piacevole cittadina circondata dalle montagne e famosa per le sorgenti termali e le miniere di sale. Il tragitto che porta a Muang Khua, a circa 60 km dal confine vietnamita, attraversa un’area di villaggi dell’etnia Akha, dove è prevista una sosta.

Giorno 13

Scivolare sul fiume Nam Ou renderà più dolce e allo stesso tempo più avventuroso il trasferimento verso l’ultima tappa dell’itinerario, la cittadina di Nong Khiaw.

Giorno 14

Trasferimento a Luang Prabang a bordo di minivan privato; pomeriggio a disposizione per le ultime impressioni laotiane. Cena conclusiva e pernottamento a Luang Prabang.

Giorno 15

Proseguimento del viaggio in base alle in base alle opzioni di rientro individual

Modalità

Gli spostamenti avverranno a bordo di un mezzo privato. Localmente, per i tragitti più brevi in città, ci si muoverà utilizzando taxi e risciò, mentre alcune attività prevedono brevi tratte a bordo di imbarcazioni.
Il tragitto in barca da Nong Khiaw a Luang Prabang si effettuerà compatibilmente alle condizioni del fiume. Il programma, o l’ordine di visita potrebbe subire localmente variazioni per esigenze di tempo, meteo, o necessità del momento.
I pernottamenti avverranno in guesthouse.
Per l’intera durata del viaggio il gruppo sarà accompagnato da guida maderlingua italiana e residente in loco e da una guida locale.
Durata del viaggio: 15 giorni, 14 notti.

Salute e Vaccinazioni

Nessuna vaccinazione è attualmente obbligatoria. Invitiamo tuttavia i partecipanti a consultare il proprio medico di base o l’ASL di riferimento e a fare con loro le valutazioni del caso. Durante il viaggio è consigliabile portare con sé farmaci contro disturbi intestinali, raffreddori, mal di testa, oltre a farmaci di primo soccorso e repellenti antizanzare.

Tipologia di Viaggio

Negli ultimi anni il Laos sta diventando una destinazione comune tra chi decide di intraprendere un viaggio in Asia. Se nei centri principali del Paese questo ha favorito un miglioramento dei servizi nel settore turistico le località meno frequentate offrono perlopiù servizi basici, dignitosi ma essenziali. La rete di infrastrutture non è sempre eccellente e le condizioni meteo in alcuni periodi dell’anno possono costringere a qualche cambiamento di programma. La proposta di viaggio prevede un itinerario che attraversa regioni meno interessate dal turismo di massa, attento nell’offrire una panoramica ampia sull’intero Paese al fine di trarne una maggior comprensione. Gli incontri con associazioni locali, la visita ai villaggi delle numerose minoranze etniche e la condivisione di alcuni momenti della vita locale, un’attenzione verso la dimensione storica ma anche quella culturale e ambientale sono tutti elementi che contribuiscono ad un’esperienza di viaggio trasversale che si rivolge a persone con un medio livello di adattamento. I pernottamenti avvengono spesso in sistemazioni essenziali, ma pulite e dignitose, con servizi talvolta in condivisione. I pasti avvengono in ristoranti locali, spesso a gestione familiare, dal menù quasi esclusivamente locale.

Vai al documento di viaggio

Tariffe

La partenza nelle date indicate è garantita con un minimo di 2 partecipanti. La quota d’iscrizione varia in base al numero di viaggiatori come da tabella sottostante:
Numero di partecipanti 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19
Con accompagnatore italiano 3286 2335 1885 1600 1460 1315 1220 1125 1125 1050 1000 975 955 900 880 850 830 810
La quota comprende: trasporti per l’intera durata del viaggio in Laos; pernottamenti; pasti come da programma; attività, visite ed escursioni come descritte nel programma; guida madrelingua italiana residente in loco e guida laotiana per tutta la durata del viaggio. La quota non comprende: volo a/r da e per l’Italia; assicurazione di viaggio; pasti non indicati nel programma; spese personali e mance. Tariffe valide per pernottamento in camera doppia; possibilità di pernottamento in singola con sovrapprezzo.Per maggiori info o per richieste personalizzate in termini di date, itinerari e attività scrivete a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Prossime Partenze

Prossima partenza di gruppo: 2 Giugno; 14 Luglio

Possibilita' di organizzare partenze durante tutto l'anno.

INVIA UNA RICHIESTA DI INFORMAZIONI

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com

Privacy

Contesto

Situato al centro della penisola indocinese il Laos è l’unico Paese della regione senza sbocco sul mare. La superficie prevalentemente montagnosa e il corso del Mekong, che da nord a sud ne rappresenta la spina dorsale, hanno fortemente influenzato le vicende sia umane sia storiche del territorio. Il regno di Lane Xang, letteralmente il regno del milione di elefanti, prospera per circa tre secoli e mezzo prima di intraprendere un lungo periodo di disgregazione e sottomissione ai potenti regni vicini

Leggi tutto

Henri Mouhot, l’esploratore che nel 1860 riscoprì le meraviglie di Angkor, fu il primo francese a mettere piede nell’ex regno e circa quarant’anni più tardi la Francia incluse i territori del Laos nella più ampia regione dell’Indocina francese. Lo scenario laotiano riflette per i decenni successivi le alterne vicende della storia europea, in particolare della seconda guerra mondiale. Conquista l’indipendenza nel 1953, ma anni bui attendono il Paese: le contrapposizioni ideologiche interne prima, e il coinvolgimento nei giochi dei blocchi della guerra fredda poi, precipitano il Laos in decenni di guerriglia e solo nel 1991 viene promulgata la costituzione della Repubblica Democratica Popolare Lao. L’eredità di un Novecento travagliato è cronaca quasi quotidiana: tra il 1964 e il 1973 più di due tonnellate di ordigni vengono sganciati sulla terra laotiana e il Laos conquista il triste primato di Paese più bombardato al mondo. Circa il 30% dei dispositivi giace inesploso tra i campi, e dal 1973 ad oggi sono state più di dodicimila le esplosioni che hanno mutilato corpi e futuro di migliaia di cittadini laotiani.

GALLERIA FOTOGRAFICA LAOS

Vientiane bandiera